Apre AND CIRCULAR - Comunicato stampa

DAL CASSONETTO (INTELLIGENTE) AL NEGOZIO (ETICO):

apre AND CIRCULAR il primo negozio di vintage in un centro commerciale IPERCOOP

Cooperativa sociale LA FRATERNITA’ assieme a IGD Spa in un progetto di Economia Circolare che offre concretamente una seconda opportunità alle persone e rende migliore il Pianeta Terra.



AND CIRCULAR è un viaggio che un abito compie dall’armadio di casa verso un futuro sostenibile e migliore per tutti.


La missione è ambiziosa: rivoluzionare l'industria della moda e ridurre l'impatto ambientale, usando un'azione collettiva di imprese, organizzazioni, istituzioni e consumatori. “Vogliamo porre l’uomo al centro: investire sulle persone per fare dell’integrazione un nuovo fattore di sviluppo. Una soluzione che richiede un approccio integrale per combattere la povertà, per restituire la dignità agli esclusi e nello stesso tempo per prendersi cura della natura”, spiega Francesco Tonelli, chief executive della cooperativa sociale La Fraternità di Bologna che dal 2012 si occupa della raccolta abiti usati nell’Area metropolitana bolognese.

Se fino ad oggi conferire gli abiti usati nelle apposite campane di raccolta dipende solo dalla buona volontà del cittadino, dal primo gennaio 2022 in Italia sarà obbligatorio farlo. Per questo nasce il progetto And Circular: “per sensibilizzare le persone, offrendo ai consumatori la possibilità di essere parte attiva nel ridurre l'impatto ambientale della moda sull'ambiente”, precisa Francesca Tonelli, imprenditrice e founder dell’app Vintag (startup di grande successo dedicata al secondhand) chiamata dalla cooperativa sociale a sviluppare il progetto AND che a breve entrerà anche nelle scuole.

I dati parlano chiaro: in una famiglia media Italiana, quasi un terzo dei vestiti (per un valore di oltre 1.000 Euro per famiglia) non sono stati indossati nell'ultimo anno. In media, ogni anno, acquistiamo 20 chili di vestiti e ad ogni cambio di stagione produciamo 4 chili di abiti da gettare: abiti che vengono scartati dopo essere stati indossati solo 7 o 8 volte. E il problema non è solo italiano: ogni cittadino europeo consuma oltre 13 kg di indumenti all’anno; quindi 5,7 milioni di tonnellate diventano rifiuto: una quantità che può essere contenuta in 5.500 piscine olimpioniche.

Da lunedì 18 ottobre nei centri commerciali Ipercoop di Bologna (Centro Borgo e Centro Lame) e di Villanova di Castenaso (Centro Nova) i bolognesi potranno contribuire attivamente a rendere migliore il Pianeta Terra donando i propri abiti in un cassonetto speciale. “Lo definiamo intelligente – spiega Francesco che con La Fraternità intercetta circa 6000 tonnellate di abiti usati ogni anno e garantisce occupazione ad oltre 400 persone nei diversi servizi svolti dalla cooperativa sociale – perchè pesando la quantità di vestiti donati restituisce al cittadino un buono sconto per l’acquisto di altri prodotti”. Come ad esempio un libro delle Librerie Coop, prodotti biologici dell’azienda agricola Coltivare Fraternità o oggetti degli store Rinascimento e dello stesso And Circular. Oltre a questo il semplice gesto di conferire i propri abiti usati nel cassonetto tecnologico permette a La Fraternità di reinserire nel mondo del lavoro persone con fragilità di diverso tipo: come ad esempio i detenuti del Carcere Circondariale di Bologna che collaborano attivamente con l’associazione Gomito a Gomito e che lavorano gli scarti tessili creando oggetti che sono in vendita nell’AND store all’interno del Centro Borgo. “And, è l’acronimo di A New Day, un nuovo giorno - chiarisce Francesca -. L’AND store è il primo di una lunga serie di aperture con l’obiettivo di riunire in uno concept che esprima qualità e sostenibilità realtà differenti e complementari con un obiettivo comune: offrire una seconda opportunità agli abiti e anche alle persone”.

Fino a Natale in vendita nello store di And Circular è possibile trovare infatti anche oggetti dell’Opera Padre Marella e del laboratorio etico Cartiera mentre sul sito https://www.andcircular.com/ è acquistabile l’intera collezione di abiti usati di qualità che viene selezionata ogni giorno da un team di 8 persone di cui il 50% vulnerabili.

Il progetto dei Cassonetti Intelligenti ha il patrocinio di Comune di Bologna e Regione ER e ha il sostegno di IGD Spa, società bolognese proprietaria di 27 Centri Commerciali in 12 Regioni italiane e Manageritalia Emilia Romagna, l’associazione che che rappresenta 2.330 manager nel territorio. “Abbiamo iniziato 10 anni fa un percorso di sostenibilità”, spiega Daniele Cabuli, Direttore Generale del Gruppo “e sentiamo nostre le tematiche di circolarità, riduzione emissioni e socialità proprie del progetto AND”.




Cosa è:

LA FRATERNITA’ ONLUS

La Fraternità è una cooperativa sociale di tipo A e B iscritta al registro delle ONLUS che offre servizi di qualità principalmente in due settori, quello educativo e quello lavorativo. Nata a Rimini nel 1992 dall’intuizione di alcuni membri della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da Don Oreste Benzi, La Fraternità ne condivide e ne promuove gli stessi principi.

Tra le sue sedi locali quella di Bologna (che ha il suo headquarter nella frazione di Mercatale di Ozzano dell’Emilia) negli anni ha notevolmente sviluppato le sue attività diventando un’eccellenza nel territorio in cui opera sia nel dare occupazione sia nell’offrire prodotti e servizi di grande qualità a soggetti pubblici e privati.

Nel 2020 il solo settore Servizi Ambientali nel territorio della Città Metropolitana di Bologna:

· ha garantito 7 milioni di Euro di fatturato

· ha impiegato 187 risorse umane (di cui il 46% “fragili”)

· impiegato 131 mezzi (dal valore stimato di 4 milioni di Euro).

http://www.lafraternita.com/

IGD Spa

Il Gruppo IGD, nato alla fine degli anni novanta, rappresenta attualmente un’organizzazione leader in Italia nello

sviluppo, acquisizione, gestione e locazione degli immobili commerciali. Identifica i propri luoghi come dei veri e propri

“Spazi da vivere”, considerando il ruolo sociale che queste strutture svolgono sul territorio di riferimento.

www.gruppoigd.it

MANAGERITALIA

la Federazione nazionale dei dirigenti, quadri ed executive professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato che rappresenta, in Italia, oltre 37.700 manager e alte professionalità del terziario con l’obiettivo di di contribuire - insieme alle istituzioni politiche e alle organizzazioni economiche, sociali e culturali, nazionali ed internazionali - alla crescita economica e al progresso sociale del paese.

www.manageritalia.it


GOMITO A GOMITO

Creare opportunità di formazione, lavoro e reinserimento sociale per le persone detenute nel carcere di Bologna. Lavoro come forma di riscatto, che dà valore al tempo della pena. I prodotti confezionati sono artigianali e utilizzano materiali provenienti da aziende tessili e lavorazioni industriali, altrimenti destinati al macero. Una seconda opportunità per persone e cose.

www.gomitoagomito.com

CARTIERA

Un laboratorio di moda sostenibile attivo a Lama di Reno, nel Comune di Marzabotto. A Cartiera, materiali di alta qualità, altrimenti destinati allo smaltimento, prendono nuova vita dalle sapienti mani degli artigiani. Tutti gli articoli sono realizzati con pelli e tessuti recuperati dai grandi marchi della moda, impiegando persone in condizioni di svantaggio, mettendo al centro il lavoro quale spazio di relazione, crescita personale e valorizzazione di creatività e talenti. Dal 2017 Cartiera contribuisce alla realizzazione di un nuovo concetto di moda, impegnandosi nel recupero e nella trasformazione di materie prime seconde. And Circular riunisce nel primo negozio italiano di fashion vintage realtà differenti e complementari per il raggiungimento di un obiettivo comune: costruire modelli di produzione e di consumo circolari, partecipati e inclusivi.

www.coopcartiera.it

OPERA PADRE MARELLA

11 strutture tra Bologna e Ravenna tra cui: centri di accoglienza, case-famiglia e comunità terapeutiche che rispondono alle diverse tipologie di esclusione sociale presenti sul territorio. Le diverse case dell’Opera oggi ospitano più di 300 persone, che vengono assistite e seguite con l’intento di reinserirle nel contesto sociale.

www.operapadremarella.it

128 visualizzazioni0 commenti